Scuola Dislessia Amica

Il nostro Istituto è entrato a fare parte delle 5000 scuole italiane certificate Dislessia Amica per quest’anno scolastico. I nostri docenti hanno partecipato ad un corso di aggiornamento di 50 ore, organizzato dall’AID ( Associazione Italiana Dislessia), arricchendo il loro bagaglio di conoscenze sul tema e perfezionando metodologie inclusive ed efficaci.

Istituto Comprensivo Goffredo Mameli

L’istituto Comprensivo Statale “G. Mameli” operante sul territorio di Piazzolla di Nola, periferia della città di Nola (NA), è istituito originariamente (anni 60) come Scuola Media Statale, successivamente è divenuto Istituto Comprensivo (01/09/2000) componendosi delle Scuole Medie “G. Mameli” di Piazzolla e “M. Fiore” di Polvica di Nola e delle Scuole Elementare e Materna di Polvica di Nola.

In seguito ad un più razionale dimensionamento nel 2009 comincia ad incorporare i Plessi Scolastici di Scuola Primaria e dell’Infanzia di “Villa Albertini”, “”Sepe” e “Caselle”. Nello stesso anno la scuola Secondaria di primo grado e i plessi di Scuola Primaria e dell’Infanzia di Polvica passano sotto la direzione amministrativa e didattica del nascente I.C. “G. Bruno – M. Fiore”.

Attualmente raggruppa tutte le Scuole del primo ciclo d’istruzione insistenti sul territorio di Piazzolla di Nola:

 

Una scuola che cresce con te

La finalità generale del nostro Istituto è lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea. La scuola deve quindi formare ogni persona sul piano cognitivo e culturale, in modo che sia dotata di un’ampia gamma di competenze per affrontare positivamente l’incertezza e la mutevolezza degli scenari sociali presenti e futuri, deve cioè istruire, educare e formare il futuro “lavoratore, cittadino, persona (autonoma e responsabile)” in maniera permanente e garantire a tutti gli studenti il successo formativo, progettando e realizzando interventi di Istruzione, Educazione e Formazione per:

►istruire ai fini di un futuro lavoro, favorendo l’acquisizione di conoscenze (il sapere) e di abilità (il fare) per trasformarle in competenze (il saper fare), attraverso le discipline

►educare al vivere insieme e alla cittadinanza, indirizzando all’assunzione di comportamenti corretti e responsabili

►formare la persona in ordine alle sue potenzialità e aspettative, guidando all’acquisizione della capacità di inserirsi in modo consapevole nella società.